Lavoro da casa e chiusure, la Svizzera adotta nuove misure anti Covid – varesenews.it

Mamma lockdown

Sono in vigore da oggi, in Svizzera, i nuovi provvedimenti anti Covid. Un semilockdown meno restrittivo rispetto a quello della primavera scorsa: sebbene siano previste diverse limitazioni, rimangono aperte le scuole e sono previste alcune deroghe.

Chiusura per i negozi che non vendono beni di prima necessità e obbligo di smartworking dove possibile, tra le misure adottate per monitorare l’andamento dell’epidemia. Restano valide poi quelle disposte fino ad oggi come la chiusura dei ristoranti che è stata prolungata ancora per cinque settimane. Sospensione dell’attività anche per sale da ballo, palestre e locali culturali.

In caso di impossibilità di effettuare il proprio lavoro da casa, è stato previsto l’obbligo di utilizzare dispositivi di protezione dei lavoratori adeguati e regole particolari per le persone più a rischio. I negozi che non vendono beni di prima necessità sono chiusi ma i clienti potranno lavorare su ordinazione. Per quanto riguarda gli eventi privati è previsto un limite di cinque persone, sia in ambito pubblico che privato, comprensivo dei bambini. Le autorità hanno raccomandato inoltre di limitare gli incontri privati a due nuclei famigliari.

Le misure previste si applicheranno almeno fino al 28 febbraio resta valida la possibilità prevista per i Cantoni di esprimersi in merito all’apertura di stazioni sciistiche e degli alberghi.

Redazione VareseNews
Redazione VareseNewsredazione@varesenews.it

Noi della redazione di VareseNews crediamo che una buona informazione contribuisca a migliorare la vita di tutti. Ogni giorno lavoriamo cercando di stimolare curiosità e spirito critico.

Abbonati a VareseNews

Pubblicato il 18 Gennaio 2021