Il telelavoro e l’ufficio destinati a convivere – Corriere del Ticino

Tra l’altro, come sottolineato da Sara Carnazzi Weber di Credit Suisse, il telelavoro non offre solo vantaggi (tempi di percorrenza ridotti, conciliabilità con la famiglia, risparmi delle superfici per il datore di lavoro), Ci sono anche svantaggi in termini di difficoltà a relazionarsi con i colleghi e di controllo sociale, di motivazione, e alla lunga di capacità di innovazione. «Penso quindi che si imporranno piuttosto delle forme di lavoro misto tra casa e ufficio (opinione condivisa anche dagli altri esperti, ndr). A livello immobiliare prevediamo che entro dieci anni la domanda di spazi per uffici calerà del 15%. A soffrire saranno soprattutto le ubicazioni periferiche, in quanto la disponibilità di offerte gastronomiche, negozi, attività ricreative alla persona, trasporti sono fattori importanti di soddisfazione per i collaboratori. Per quanto riguarda le abitazioni private invece, le forme di lavoro miste possono favorire ubicazioni più lontane dai grossi centri. Anche in senso lato: tipo il Ticino, dove molti confederati hanno una casa di vacanza, e visto che con AlpTransit le distanze con altre regioni si sono notevolmente accorciate».